Archivi gennaio 2013

Quale corpo?

Di fronte alle normali o meno difficoltà che si incontrano ogni giorno, un amico mi dice: “Occorre affrontarle con uno sguardo a lungo raggio, non nel breve immediato” perché,… Continua

Parole e parole…

Ho appena letto alcune pagine dal Diario di Etty Hillesum, (ragazza ebrea morta a 29 ad Auschwitz).
Scrive:
 «Ho spezzato il mio corpo come se fosse pane e l’ho distribuito agli uomini. Perché no? Erano così affamati, e da tanto tempo».
 Continua

Terraferma

Avete visto questo film? Io l’ho visto qualche giorno fa su invito di amici. È un film drammatico Continua

Come da un male fiorisce un bene

L’altro giorno, in uno scambio di opinioni circa un’iniziativa, ad un certo punto i toni si sono un poco accesi. Riconosco di essere stata un po’ Continua