Esisto. Perché?

Alberi coppia

Ho partecipato al secondo appuntamento della serie “L’urlo di chi non crede”, organizzato da InformaCristo. Tema: La leggenda del Grande Inquisitore. Svolgimento: provocatorio e a tratti graffiante. Relatori e pubblico hanno tirato fuori le domande di sempre a cui quasi nessuno pensa più, sottoposti come siamo quotidianamente da un bombardamento mediatico che non lascia spazio al silenzio, allo stare con se stessi.

Per domandarci per esempio: perché esisto? che senso ha la vita? mi sento di vivere nella libertà? dove sta il fondamento del bene del male? esiste Dio? e Dio, se c’è, chi è? un padre o un padrone?

Chi è capace a porsi delle domande sa anche vivere nella speranza, nella pazienza e nell’attesa che una risposta ci sia e che verrà donata. Le risposte precotte, a buon mercato, non saziano la fame.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *